Facebook Libra: come potrebbe influenzare il Real Estate?

Nelle ultime settimane siamo stati da sommersi da comunicazioni circa la nuova criptovaluta di Facebook, Libra. Svolta epocale o ennesima preoccupazione? Ma soprattutto, come potrebbe influenzare il Real Estate?

Facebook Libra e Real Estate

Secondo il co-fondatore della piattaforma proptech Unissu, James Dearsley, il lancio della propria valuta criptata da parte di Facebook potrebbe avere un forte impatto sul settore immobiliare.

In un recente articolo su Estate Agent Today, secondo lui la nuova valuta Libra di Facebook renderà più facile il trasferimento di fondi tramite Facebook e le sue altre applicazioni WhatsApp e Instagram.

“È probabile che la valuta criptata venga utilizzata per pagare le transazioni immobiliari, in particolare nel settore degli affitti. Facebook ha già cercato di entrare nel settore immobiliare. Ora lo sta facendo ora attraverso un percorso più indiretto, per facilitare le transazioni”, ha detto Dearsley.

I consumatori potrebbero essere attratti dall’azione di completare una transazione su una piattaforma che conoscono bene, in particolare se possono cercare un immobile, trovarlo e pagare su una piattaforma sicura e “familiare”. Facebook beneficerà anche di un’ulteriore raccolta di dati, perché ogni transazione Libra sarà registrata.

Tutto ciò potrebbe rafforzare la capacità dei social media di sfidare ulteriormente gli agenti immobiliari e i portali immobiliari online. Gli agenti conoscono anche Facebook e altri siti, il che potrebbe convincerli ad utilizzare le piattaforme di social media come punto di vendita.

Dearsley sostiene che gli agenti dovrebbero vedere Facebook come una piattaforma immobiliare seria. Dovrebbero assicurarsi di avere una forte presenza su Facebook per trarre vantaggio, visto che la maggior parte dei consumatori lo utilizzano sempre più spesso per cercare immobili da acquistare/vendere (vedi Marketplace).

Gli agenti saranno in grado di collegare il loro profilo Facebook ad un conto bancario – come con EBay o Etsy – ma i conti utilizzeranno solo la valuta Libra di Facebook. Quando gli affittuari trovano un immobile, inviano il pagamento all’agente tramite Facebook o, più probabilmente, la sua applicazione messenger collegata, utilizzando un servizio efficiente e sicuro.

Le criptovalute sono note per avere variazioni di valutazione selvagge – in particolare Bitcoin. Facebook – un’azienda ricchissima e, quindi, senza nessuna reale necessità di generare grandi profitti da quest’ultimo – potrebbe utilizzare le “monete stabili”. Si tratta di valute crittografiche legate ad una valuta tradizionale come il dollaro statunitense o la sterlina britannica, al fine di evitare questo problema.

Dearsley si aspetta che Google e Twitter applichino, in futuro, lo stesso servizio della piattaforma di Zuckerberg.