CRM Immobiliare e come sceglierlo

In un contesto dove le tecnologie che popolano i mercati sono sempre più varie, come puoi scegliere il miglior CRM immobiliare?

Scegliere un buon software immobiliare non è facile. Siamo consci del fatto che tale scelta determinerà l’andamento della nostra attività. E’ importante sapere come voler gestire il proprio portafoglio immobili, dove volerli pubblicare potendo scegliere quando effettuare l’invio, senza limitazioni di alcun tipo. Il CRM ideale dovrà ottimizzare il lavoro e aumentare la produttività.

Ovviamente, prima di fare delle analisi dei vari prodotti presenti sul mercato, è buona cosa chiedersi: ma ne ho davvero bisogno?

Certo è che l’introduzione di questi sistemi gestionali hanno favorito il processo di lavorazione degli agenti immobiliari, nutrendone i rapporti con i propri clienti e favorendo il raggiungimento dei propri obiettivi. Qualsiasi addetto ai lavori potrà confermare che la nascita di CRM immobiliari abbia contribuito a dare una spinta notevole al proprio business, apportando inoltre tanti benefici a lungo termine.

Fattori da valutare nell’acquisto di un buon CRM

Nella scelta del CRM per la vostra agenzia immobiliare, buona cosa sarà valutare alcuni fattori che potranno essere d’aiuto in fase decisionale e di acquisto.

1. Formazione

Nel cambio di software è importante formare il proprio team e adattare i procedimenti di lavoro al nuovo strumento. Sarà necessario mettere a disposizione degli strumenti per formare il personale, al fine di ridurre i rischi legati al cambiamento e trarne vantaggio il prima possibile.

2. Indipendenza

Il nuovo strumento deve dare la libertà di poter pubblicare gli immobili su tutti i portali immobiliari desiderati e non vincolare la scelta. L’agente dovrà essere libero di poter pubblicare dove vuole e il gestionale non dovrà, in nessun modo, condizionare negativamente l’attività; inoltre dovrà mettere in condizione di poter pubblicare sui social network o sito web dell’agenzia immobiliare.

3. Potenza

Un buon CRM immobiliare deve poter dare la possibilità di gestire le attività effettuate in agenzia in modo veloce ed efficace: censire clienti, richieste ed immobili, effettuando incroci automatici che potete personalizzare, gestire le notificazioni automatiche ai clienti e la rete di agenti, ottenere dei report sull’attività commerciale.

4. Costo

una cattiva scelta può irrimediabilmente determinare la perdita di soldi. Uno strumento informativo deve poi fruttare un ritorno dell’investimento. Per tale motivo, è importante selezionare un prodotto che meglio si adatti alle proprie necessità e che permetta di automatizzare i processi per risparmiare tempo e guadagnare di più.

Caratteristiche principali

Ecco una lista di funzioni “base” a cui dovrebbe assolvere un buon CRM:

  • Pubblicazione degli annunci sui vari portali immobiliari (almeno quelli Leader)
  • Apposita sezione o integrazione per la creazione di planimentrie
  • Modalità di visualizzazione su mappa degli immobili
  • Gestione dei permessi tra i vari utenti
  • Creazione stampe e cartelli
  • Creazione video e virtual tour
  • Sistema di incrocio tra immobili-richieste del cliente
  • Mail Marketing/SMS Marketing
  • MLS
  • Gestione su dispositivi mobile (smartphone, tablet ecc..)
  • Traduzione delle descrizione degli annunci nelle varie lingue.

 

Qual è, quindi, il CRM immobiliare che fa per te? Non c’è una risposta univoca. Ogni agente ha esigenze differenti. Il consiglio è quello di non scegliere in base a ciò che usano i tuoi colleghi. Di piattaforme popolari ed economiche ce ne sono tante ed implementare quella sbagliata non porterà nessun ritorno sull’investimento soddisfacente.

La scelta di un buon software immobiliare è una decisione importante per la sopravvivenza della nostra attività. Per cui fai una scelta consapevole, che si basi sulle necessità reali tue e del tuo business.