Auguri di Natale: suggerimenti per non finire nello spam!

Come non finire in spam con gli auguri di natale

Anche quest’anno, tra pochi giorni, come di consueto partirà qualche miliardo di e-mail contenente gli auguri di Natale. Ecco alcuni suggerimenti per non finire nello spam… o peggio! Partiamo prima di tutto da un dato di fatto: ogni anno, il 25 Dicembre, è Natale e questo normalmente lo sanno tutti, bambini compresi. Sembrerà un’assurdità, ma è così.

Ma molti pensano che la gente non lo sappia, ciò significa che non sarete gli unici a “ricordare” ai vostri clienti che è Natale. Anzi, con molta probabilità ci saranno i loro parenti, gli amici e innumerevoli altre e-mail di auguri che arriveranno da centinaia di siti web a cui si sono iscritti, ovviamente solo da siti basso profilo. Un occhio va infatti i BIG (Google, eBay, ecc.): non mandano gli auguri via mail a Natale. Il motivo è presto detto.

Evita lo spam con gli auguri di Natale

Alcuni potrebbero pensare che magari ci sia di mezzo il discorso della religione… FALSO! Il Natale ormai di religioso ha ben poco, soprattutto in era web 4.0: è tutta una questione di business. Cristiani o non, cattolici, protestanti e chi più ne ha più ne metta, sfruttano da sempre il clima natalizio per operazioni di marketing.

I colossi di internet si limitano ad inserire degli elementi grafici sui loro siti, evitano quindi di fare SPAM!

L’invio degli auguri tramite mail può solo creare danni, specialmente a voi che effettuate gli invii.

Ad esempio, quelli che inviano mail di auguri senza testo, ma solo con un’immagine natalizia, avranno un calcolo di fattore di spam elevatissimo (di norma le mail senza testo che contengono solo immagini dove peraltro son presenti dei testi scritti sulle stesse – gli auguri appunto – vengono equiparate alle e-mail di spam di Viagra, Cialis e altre pilloline che non innalzano lo spirito, ma qualcos’altro).

Un invio di 10.000 mail tutte uguali, con due righe di testo ed una foto mediamente pesante sarebbe come darsi la zappa sui piedi.

Eh si, perché i vostri destinatari potrebbero decidere di marcarvi come spam e non ricevere le vostre successive e-mail (quelle utili, quelle che servono).

Ricordiamo inoltre che, per motivi di privacy, è prevista la presenza di un apposito link che permetta al destinatario di poterci cliccare sopra per non ricevere ulteriori comunicazioni in futuro.

Facendo 2+2, avrete capito che è più il danno che il guadagno…

Se proprio non potete fare a meno di spedire le vostre letterine di auguri digitali…

La tentazione è forte, pertanto, se proprio non potete fare a meno di fare gli auguri tramite mail, eccovi qualche suggerimento.

  • cercate di suddividere gli invii a più riprese in giorni diversi;
  • per ogni invio, utilizzate un testo diverso;
  • misurate le proporzioni tra testo e immagini (80% testo – 20% immagini);
  • evitate immagini pesanti (max 50-60 kb)
  • gli auguri, quelli più importanti e sentiti, scriveteli personalmente;
  • una telefonata allunga la vita e riduce lo spam:
  • usate i social network per le comunicazioni di massa.

Ricordate inoltre che dal 25 Dicembre, nessuno di coloro che avranno ricevuto la vostra e-mail si ricorderà di averla ricevuta e nessuno di coloro che NON avrà ricevuto la vostra e-mail penserà “Non mi ha mandato la mail di auguri…”

Fatevi vivi anche DOPO le feste: “Sperando che tu abbia trascorso delle buone feste in famiglia, ti informiamo che…”

Passate più tempo con la famiglia e meno tempo a comporre e-mail 😀

Ah dimenticavamo… tanti auguri dallo Staff di Gestim!